Close-up portrait of young cheerful readhead woman in summer wear makes selfie on smartphone, over pink background
Gennaio 26, 2022 by admin 1 Comment

Apparecchi per i denti: tipologie, impieghi e risultati

Le tipologie di apparecchi per i denti si distinguono da sempre in due categorie: apparecchi mobili e apparecchi fissi a cui negli ultimi anni si sono aggiunti gli apparecchi invisibili. Questi ultimi rispondono all’esigenza di intervenire per correggere l’allineamento dei denti senza impattare a livello estetico su bocca e sorriso, necessità riscontrata soprattutto nei pazienti in età adulta.

Apparecchi fissi:

Gli apparecchi fissi servono principalmente a correggere il disallineamento dei denti e devono essere monitorati periodicamente così da poter raggiungere i risultati prefissati. La tecnologia negli ultimi anni ha fatto passi da gigante tanto che vi sono dispositivi fissi con un impatto sempre più ridotto a livello estetico. Per i bimbi invece, ci sono apparecchi colorati che possono rendere più piacevole questa cura.

Apparecchi mobili:

L’apparecchio mobile viene utilizzato in caso di disformosi dento-facciali e per la correzione di malocclusioni gravi in quanto è un apparecchio che limita molto il movimento dei denti. Questa tipologia di apparecchio agisce anche a livello ortopedico, correggendo lo sviluppo delle basi ossee e portando un impatto positivo sulla crescita delle arcate.

L’apparecchio mobile a livello estetico è meno invasivo di quello fisso e viene indossato a seconda delle indicazioni terapeutiche. Per i bimbi c’è la possibilità di personalizzare gli apparecchi con dei disegnini e dei colori.

Differenze tra apparecchio fisso e mobile:

Gli apparecchi ortodontici fissi differiscono dagli apparecchi mobili per via della loro struttura: gli apparecchi fissi vengono infatti ancorati agli elementi dentali per tutta la durata del trattamento e possono essere rimossi solo dall’ortodontista.

Grazie ai brackets e agli archetti metallici applicati sui denti, gli apparecchi fissi sono in grado di generare una trazione ideale per indirizzare i denti nella posizione corretta: è proprio questa caratteristica che rende gli apparecchi fissi uno dei trattamenti ortodontici più efficaci.

Apparecchi invisibili:

L’ortodonzia invisibile nasce dalle ultime innovazioni tecnologiche e consente di modificare l’allineamento dei denti senza dover ricorrere alle piastrine che caratterizzano l’apparecchio fisso. Questa tipologia di dispositivi è molto apprezzata in quanto non ha conseguenze sull’aspetto estetico perché non è invasiva e non si vede. L’apparecchio trasparente è quindi pratico, funzionale e non causa disagio o imbarazzo a chi lo porta.

 

Gli esperti di Ortodonzia e Odontoiatria di Clinica Marciano sono a disposizione per consulti e per individuare la tipologia di apparecchio odontoiatrico migliore per ogni paziente. Contattali per un consulto.

 

Segui tutte le news del nostro reparto Odontoiatria 

Gennaio 11, 2022 by admin 0 Comments

Secchezza cutanea: cause, conseguenze e consigli per sconfiggerla

L’inverno mette a dura prova la pelle: sbalzi di temperatura e vento gelido sono i peggiori nemici dell’epidermide. Scopri come affrontarli!

Durante l’inverno la migliore arma di difesa per la pelle è la prevenzione: coprirsi bene infatti, può fare la differenza per la tutela dell’epidermide. I dermatologi consigliano di coprire con cura soprattutto viso, collo e mani, le parti più delicate e soggette a problemi di secchezza cutanea.

Proteggi la pelle dal freddo!

Oltre al viso, le parti del nostro corpo che più risentono dell’inverno sono mani e labbra. Delicate e fragili, queste parti del corpo sono spesso soggette a screpolature, microtagli e arrossamenti. Il vento e il freddo infatti aggrediscono la pelle che tende a seccarsi e danneggiarsi.

Per riuscire a donare alla pelle la giusta elasticità occorre infatti averne molta cura, soprattutto in questo periodo. Una buona idratazione è la prevenzione migliore per evitare screpolature e arrossamenti.

Come proteggere le mani:

Per proteggere le mani, oltre a coprirle con i guanti, è importante tenerle sempre idratate utilizzando prodotti specifici, le mani infatti sono molto delicate e durante la stagione fredda non basta utilizzare una crema idratante una volta al giorno ma è bene ricordarsi di usarla ogni volta che ci si lava le mani, questo perché l’azione della crema perde di efficacia dopo che le mani entrano a contatto con l’acqua.

Come proteggere le labbra:

Le labbra tendono a seccarsi perché nella stagione fredda perdono di umidità e questo porta secchezza, irritazione ed eccessiva sensibilità. Per affrontare questo problema è importante idratare le labbra con un emolliente ricco e nutriente almeno una volta ogni due ore.

L’idratazione delle labbra deve avvenire dall’interno: bere molta acqua è importante anche in questa stagione, bisogna invece evitare di inumidirsi le labbra con la lingua, questo perché il sollievo che si ottiene è solamente momentaneo e porta le labbra a seccarsi molto più facilmente e secondariamente perché gli enzimi contenuti nella saliva peggiorano la condizione delle labbra già danneggiate.

Consigli e accorgimenti contro screpolature e secchezza cutanea

Oltre a risentire del vento freddo, la pelle risente molto degli sbalzi di temperatura; dal caldo di casa al freddo dell’esterno, questi continui cambi di temperatura causano sofferenza alla barriera cutanea soprattutto a chi ha la pelle particolarmente delicata o soffre di eczemi, dermatiti o psoriasi.

  • Gli sbalzi di temperatura sono nemici della pelle perché danno il via ad un fenomeno chiamato vasocostrizione che interessa i vasi sanguigni. Al freddo il nostro corpo restringe i vasi sanguigni contraendoli per non disperdere calore all’esterno, ma quando si passa all’improvviso in un ambiente riscaldato, i vasi sanguigni si dilatano nuovamente, indebolendosi.
  • Una buona norma, quando si sta in casa, è quella di non tenere il riscaldamento troppo alto: più la temperatura è alta più l’aria circostante tende a diventare secca, questo influisce negativamente sulla pelle. Lo stesso vale anche per l’acqua: anche se si è tentati per cercare di scaldarsi un po’ è meglio non utilizzare acqua troppo calda quando si fa la doccia poiché questo potrebbe danneggiare ulteriormente la cute.
  • La pelle in inverno è particolarmente sensibile, cerca di non aggredirla, scegli prodotti delicati e fai attenzione soprattutto al bagnoschiuma, l’acqua troppo calda della doccia indebolisce le difese della pelle secca, non aggredirla ulteriormente utilizzando prodotti aggressivi, scegli piuttosto lozioni o oli delicati, privi di profumi e adatti alla pelle secca e sensibile.

Leggi tutti gli articoli della sezione Dermatologia a cura degli esperti della nostra clinica.