Category: Odontoiatria

Portrait of girl hugging mom and grandmother making family picture
Ottobre 7, 2021 by admin 0 Comments

Ottobre: il mese della prevenzione dentale

Il mese di ottobre è il mese dedicato alla prevenzione dentale; si tratta di un progetto di prevenzione odontoiatrica attivo su tutto il territorio nazionale fin dal 1980 e promosso da ANDI, associazione nazionale dentisti italiani.

Il mese della prevenzione dentale vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sulle patologie del cavo orale e incentivare la prevenzione per tutelare la salute della bocca.

Salute orale: l’importanza della prevenzione

Il mese della prevenzione dentale vuole divulgare attraverso dibattiti ed eventi l’importanza della prevenzione proprio perché le più diffuse malattie del cavo orale possono essere prevenute adottando abitudini quotidiane adatte a tutelare il benessere della bocca a 360°. Ecco qualche accorgimento da adottare per prendersi cura di denti e gengive:

  • Igiene orale quotidiana: curare l’igiene orale quotidiana è il primo passo per avere una bocca in salute. Lavarsi i denti dopo ogni pasto scegliendo un dentifricio adatto alle proprie esigenze è molto importante, anche il filo interdentale dovrebbe essere passato una volta al giorno per pulire in profondità gli spazi tra un dente e l’altro.
  • Attenzione ai cibi: alcuni particolari alimenti possono favorire l’insorgere delle carie, per questo è bene evitare di consumare eccessive quantità di alimenti detti cariogeni, ovvero cibi acidi e zuccheri.
  • Ridurre il consumo di alcol e il fumo: consumare alcolici e fumare ma anche masticare tabacco sono abitudini dannose per la salute della bocca.
  • Adottare abitudini alimentari sane: mangiare bene, seguendo una dieta ricca di verdure e frutta è consigliato per la salute in generale ma anche per il benessere di denti e gengive.


Salute orale: l’importanza dei controlli dal dentista

Oltre ad adottare uno stile di vita sano e abitudini idonee alla cura della bocca, è bene anche ricordare l’importanza delle visite di controllo periodiche dal dentista. Effettuare le visite di controllo consente infatti di monitorare scrupolosamente lo stato di salute di denti e gengive e di individuare eventuali problematiche e patologie prima che sfocino in malattie più gravi.

Presso la clinica polispecialistica Marciano è possibile svolgere un check up odontoiatrico professionale e, se necessario, radiografie, panoramiche oltre e visite specialistiche qualora si rendessero necessarie. Clinica Marciano è una clinica polispecialistica con dentisti sono specializzati in trattamenti di Igiene, conservativa, implantologia, protesi e ortodonzia.

Contattaci subito per maggiori informazioni e prenotare una visita di controllo.

 

Tooth Implants set isolated on white background 3D illustration
Febbraio 2, 2021 by admin 0 Comments

Impianti dentali: cosa sono

L’impianto dentale è una struttura costituita da radici artificiali (vite), abutment e protesi dentaria, che consente la sostituzione di uno o più denti.

Le radici artificiali, ovvero le viti endossee, vengono inserite all’interno della mandibola e consentono il posizionamento di denti sostitutivi. L’abutment è invece quell’elemento di raccordo che sostiene la corona e viene posto tra la vite e la protesi dentaria, ovvero il dente artificiale.

Generalmente, le viti che sostituiscono la radice naturale del dente vengono realizzate in lega di titanio anche se negli ultimi anni è stata individuata un’alternativa al titanio: la zirconia.

Per poter installare un impianto dentale è necessario effettuare prima una valutazione sullo stato di salute di gengive e tessuto osseo.

Impianti dentali: i vantaggi

I vantaggi derivanti dall’applicazione di impianti dentali sono diversi, questi impianti infatti consentono di:

  • Sostituire uno o più denti mancanti
  • Ripristinare la funziona masticatoria
  • Prevenire lo spostamento dei denti sani situati vicino ai denti mancanti
  • Ridare alla bocca e al sorriso l’aspetto estetico desiderato.

Impianti dentali: quanto durano

Di norma un impianto dentale ha una durata media di 10 – 15 anni; è però fondamentale dedicare la giusta cura agli impianti dentali ed effettuare controlli periodici al fine di garantirne il corretto mantenimento. 

Gli esperti della Clinica Polispecialistica Marciano sono a disposizione per consulti. Contattaci per ulteriori informazioni.

Febbraio 2, 2021 by admin 0 Comments

Denti sensibili: cosa fare e cosa non fare

L’ipersensibilità dentale è un fenomeno molto diffuso che causa fastidi, fitte e anche dolori acuti e pungenti quando i denti entrano a contatto con cibi o elementi caldi, freddi, dolci e acidi. I fastidi generati dai denti sensibili vengono spesso definiti come intollerabili da chi ne soffre.

Ma perché si soffre di denti sensibili? I denti sono formati da diversi strati: all’esterno vi è lo smalto che serve a proteggere la dentina, ovvero lo strato sottostante, che a sua volta protegge la polpa, ricca di terminazioni nervose e vasi sanguigni e di conseguenza molto sensibile ai fattori esterni come temperatura e le sollecitazioni. Nel momento in cui smalto e dentina si assottigliano, il dente viene esposto a questi fattori e si avverte dolore.

Denti sensibili: cause

Perché smalto e dentina si assottigliano generando l’ipersensibilità dentale? Le cause possono essere diverse: le carie dentali, l’incrinatura dei denti, la presenza di sostanze acide nella bocca, il bruxismo, l’utilizzo di dentifrici troppo aggressivi ma anche un accumulo eccessivo di placca.

L’ipersensibilità dentale si presenta spesso anche in concomitanza della paraodontite ovvero quando si verifica il ritiro della gengiva che lascia esposte le radici dentali.

Lo smalto dentale può anche essere eroso da cibi particolarmente acidi (agrumi, succhi di frutta, spremute e bevande gassate) per questo è fondamentale mantenere una corretta igiene orale onde evitare di intaccare lo smalto.

Denti sensibili: i consigli dell’esperto

Cosa fare: per trattare i denti sensibili e ridurre i fenomeni dolorosi è possibile utilizzare collutori e dentifrici specifici, contenenti fluoro o altre sostanze utili a contrastare l’ipersensibilità. Il fluoro ha un’azione mineralizzante sullo smalto e forma una pellicola protettiva sui denti.

Cosa non fare: evitare l’utilizzo di dentifrici sbiancanti, mangiare cibi acidi, utilizzare i denti per tagliare o rompere oggetti. Evitare un consumo eccessivo di cibi ricchi di zuccheri semplici e altri elementi predisponenti le carie.

Anche nel caso dei denti sensibili, è bene ricordare che prevenire è meglio che curare! Dedicate quindi il giusto tempo all’igiene orale quotidiana al fine di mantenere denti e gengive in ottima salute e scongiurare questi episodi.

In caso di ipersensibilità dentale continua, la cosa migliore da fare è quella di rivolgersi ad un dentista per effettuare una valutazione sullo stato della bocca. Gli esperti della Clinica Polispecialistica Marciano sono a disposizione per un consulto. Contattaci.

Dentist tools and mouth open with beautiful teeth
Febbraio 2, 2021 by admin 0 Comments

Cosa sono le carie?

Prima o poi è capitato a tutti di avere un dente cariato, si stima infatti che le carie affliggano il 90% della popolazione mondiale, ma siete sicuri di sapere cosa sono le carie e perché si formano?

Si definisce carie dentaria quella malattia degenerativa dei tessuti duri del dente (smalto e dentina) causata da infezioni batteriche dovute ai microorganismi presenti nel cavo orale. Le carie dentarie si manifestano con sintomatologie anche molto dolorose.

Carie dentarie: le cause

Le infezioni batteriche che portano alla formazione delle carie sono dovute ai microrganismi presenti nella bocca. Questi microrganismi, di cui fa parte anche la placca batterica, devono essere mantenuti sotto controllo attraverso una corretta igiene orale quotidiana perché in caso contrario sono in grado di dissolvere la matrice minerale e organica che costituisce il dente.

Nei primi stadi, le carie dentarie non danno sintomi. Disturbi quali mal di denti, alitosi, ipersensibilità dentinale si avvertono quanto i batteri sono ormai arrivati in profondità. Il sintomo principale della carie rimane il dolore, che compare quando l’infezione è arrivata a colpire l’organo pulpare.

Carie dentarie: le soluzioni

Il trattamento più diffuso per eliminare le carie è l’otturazione che prevede l’asportazione del tessuto infetto e la sua sostituzione con materiale adatto. In caso di complicanze, è necessario ricorrere alla devitalizzazione del dente. L’estrazione del dente a causa delle carie è raramente praticata e viene lasciata ai casi di denti non risanabili.

Carie dentarie: la prevenzione

Nel caso delle carie non c’è miglior cura della prevenzione! Prevenire le carie significa non incorrere in sintomatologie dolorose e in obbligatorie sedute dal dentista. Per prevenire le carie è fondamentale l’igiene orale quotidiana effettuata con l’ausilio di spazzolino, dentifricio, collutorio e filo interdentale; quest’ultimo è fondamentale per rimuovere tutti i residui di cibo dalla bocca. Eseguire la pulizia dei denti dal dentista con cadenza regolare aiuta nella prevenzione delle carie.

Se hai domande su questo argomento e o vuoi consultare un esperto contattaci!